Salta navigazione.
Home

LOMBARDIA. GIORNATA FAI, PALAZZO APERTO SABATO E DOMENICA

Milano, 22 marzo 2012. Porte aperte sabato 24 e domenica 25 marzo a Palazzo Lombardia. La Regione ha infatti deciso di festeggiare
in questo modo il 20° compleanno della 'Giornata di Primavera del Fai' aderendo all'invito di lasciare aperto quello è già entrato a tutti gli effetti fra 670 beni che sono annoverati nel patrimonio artistico e naturalistico italiano.
SETTE ORE PER TOCCARE IL CIELO - Sarà possibile visitare Palazzo Lombardia dalle 10 alle 17, accedendo dall'ingresso NP che si affaccia su via Restelli.
Gli iscritti al Fai avranno la priorità nell'accesso.
I gruppi di visitatori saranno accompagnati dalle guide lungo un percorso che prevede la visita alle opere di giovani artisti che
hanno arricchito con il loro estro l'ingresso di rappresentanza.
Prima davanti al 'Lombardia', una riproduzione in bronzo della cartina della nostra regione, e poi davanti alle 'Colonne dell'arte' di Paolo Troilo, Fabio Giampietro, Sam Havadtoy e Manuela Carrano.
Quindi sarà possibile soffermarsi davanti all'imponente opera 'Sussi_diario' di Manuel Felisi, una pila di libri dismessi dalla biblioteca e altrimenti destinati al macero, e 'Nourrir le planete' di Lorenzo Mariani, in arte 'L'orMa' che riproduce una serie di panini imbottiti con i cibi tipici dei cinque continenti. Spazio anche a 'L'ego' di Matteo Negri, un nodo marinaio realizzato in vetroresina.
Dopo questa 'scorpacciata' di cultura, tutti al 39esimo piano il punto più alto e esclusivo per ammirare la città da 161 metri d'altezza.
UN OCCHIO ALL'AMBIENTE - Durante la visita saranno illustrate anche le soluzioni tecnologiche innovative ed eco-compatibili con cui è realizzato il Palazzo che si colloca tra le strutture più all'avanguardia anche in termini di risparmio energetico e di rispetto dell'ambiente.
16.000 VISITE PER LE APERTURE STRAORDINARIE - Grandissimo successo hanno riscosso le recenti aperture volute dal presidente Formigoni per far conoscere dall'interno la sede della Regione. In quattro domeniche fra novembre e dicembre si sono superate le 10.000 visite; in occasione speciali come San Valentino e la Festa della donna se ne sono registrate altre 6.000.
Ufficio stampa Regione Lombardia